Un Tic Toc fulminante

di Filippo Lovato
Ecco Grigorij Sokolov, il sublime Sokolov già ospite del Quartetto, alle prese con uno dei fulminanti bis che fanno da lunga coda ai suoi recital pianistici. Le sue peculiari predilezioni lo indirizzano spesso ai clavicembalisti francesi del Settecento, Rameau più degli altri. Però qui c’è un ossessivo rondeau di François...

Una Fuga oltre i confini del mondo

di Marco Bellano
Un invito a farci suggestionare dalla musica (e dai video) per raggiungere, senza muoverci, sale da concerto e luoghi che già fanno parte dei nostri ricordi di spettatori, o che potrebbero diventare intriganti destinazioni nel nostro futuro. Il viaggio di oggi è tra i più strani e avventurosi: ci spingiamo...

Spento il corpo, indomito il genio

di Filippo Lovato
Siamo agli sgoccioli della breve vita di Mozart, ottobre 1791. Sarebbe morto due mesi dopo, a 35 anni, e sepolto, come si sa, in una fossa comune. Eppure, se il corpo è spento, il genio è ancora indomito. In quell’autunno dello sconforto viene alla luce, di getto, in pochi giorni,...

Dalla suoneria di Schubert allo Studio del fratello

di Giovanni Costantini
Huawei, il colosso cinese della telefonia mobile, l’ha scelta come melodia “classica” nella tracklist delle suonerie in dotazione ai telefoni di sua produzione. È la Polonaise in Si bemolle maggiore per violino e orchestra di Schubert, D.580 nel catalogo del compositore viennese. Brano tanto orecchiabile quanto relativamente poco noto nel...

Lupin Lupin! Un valzer made in Italy per un anime giapponese

di Giovanni Costantini
“Ruba i soldi solo a chi ce ne ha di più / Per darli a chi non ne ha, / Sembra giusto però non si fa, neanche un po', / A me però, però, / è simpatico e non saprei dire di no, / A Lupin il mio cuore darò...”....

Tre clavicembali per Bach

di Sandro Pupillo
Alia Mens è un gruppo cameristico nato in Francia ormai una quindicina d’anni fa; raggruppa specialisti di musica antica e barocca provenienti da ogni parte del mondo e si esibisce in formazioni a geometria variabile in base al repertorio ed al palcoscenico. Come accadde a Vicenza, nel novembre del 2014,...

C’è chi può

di Giovanni Costantini
C’è chi può. Chi può suonare Mozart appoggiato allo schienale della sedia, come fosse la cosa più naturale del mondo. Perché, dopotutto, Mozart “è” naturale. Lo sa bene chi lo sente scorrere nel proprio sangue, come il grande maestro Sándor Végh, placidamente seduto anche in concerto sullo sgabello più alto...

Il nostro valzer su questa terra

di Giovanni Costantini
Non solo la musica, anche le immagini. La descrizione recita “home video”, ma quello che il nostro occhio riesce a rubare alle spalle dei musicisti non sfama la nostra curiosità, anzi l’amplifica: un foglio in terra, uno sgabello di troppo, un antico orologio magicamente immortalato proprio su mezzogiorno (o mezzanotte?…...

Una danza russa per violino e pianoforte

di Sandro Pupillo
Petruška, nella tradizione russa, era una marionetta, un burattino dal corpo di segatura e la testa di legno, ma improvvisamente dotata di vita; alcuni l’hanno paragonato alle figure di Pierrot e di Pinocchio per le caratteristiche comuni, tra cui quella di provare sentimenti. Non Igor Stravinsky, che volle dare alla...